Repubblica Ceca: L’esclusione dei rom comincia a scuola

Rifugio per rom à Uhříněves. Romove.radio.cz/Mark Wiedorn Un terzo dei bambini rom cechi finisce in scuole per disabili mentali. Un’assurdità che finisce per ritorcersi contro lo stato, che deve subirne i costi sociali ed economici. Michal Komárek Recenti stime della Banca mondiale indicano che i rom costano ogni anno alla …

Università: Riforme alla bolognese

Manifestazioni studentesche a Berlino. (AFP)AFP La riforma europea dei corsi di laurea scuote sistematicamente gli atenei. Da qualche settimana, inoltre, gli studenti tedeschi protestano per esami troppo difficili e condizioni di studio inaccettabili. E il dibattito sulla pertinenza del “processo di Bologna” divampa sui giornali tedeschi. Presseurop Dopo l’Austria, la …

Iraq: Dubbi sull’inchiesta Chilcot

La guerra contro l’Iraq è stata “legittima” o no? È questa la domanda che attende Sir John Chilcot all’avvio dell’inchiesta sulla partecipazione britannica all’invasione dell’Iraq del 2003, guidata dagli Stati Uniti. Secondo il Guardian, tuttavia, una simile analisi sarebbe estranea alle competenze dell’inchiesta. Alcune figure di spicco del mondo giuridico, …

Gran Bretagna: Buona istruzione, un diritto regale

Che cosa significa “una buona istruzione”? Essere esperti di scienza? Riuscire a trovare un posto di lavoro? Essere beneducati come la Regina d’Inghilterra? Le opinioni in proposito assai varie, ma secondo il Daily Telegraph il governo britannico ha deciso in ogni caso di considerarlo un diritto. Nel suo prossimo discorso …

Università: Università gratuita, un’utopia?

Assemblea generale all’Università di Vienna occupata: Daniel Weber/Flickr A metà ottobre gli studenti hanno occupato l’Università di Vienna per rivendicare l’istruzione gratuita per tutti. Ma la questione del finanziamento dell’insegnamento superiore non dovrebbe essere un tabù, scrive l’economista Andreas Schibany sullo Standard. Der Standard Il suo nome è pronunciato soprattutto …

Svezia: Matrimonio in chiesa per gli omosessuali

Il 22 ottobre, la Chiesa di Svezia – alla quale appartiene il 73% degli svedesi – ha riconosciuto i matrimoni tra omosessuali, autorizzati dalla legge dal primo maggio scorso. La decisione del sinodo dei vescovi, che ha approvato una liturgia specifica, è stata presa dopo anni di discussioni, osserva Dagens …